Nativi digitali… ma educati

Perugia. Convegno dell’Associazione genitori (Age) su educazione e mass media

Tempo di lettura: 159 secondi

“Educazione e nuove tecnologie di comunicazione” è il tema de convegno pensato per genitori, insegnanti educatori ed organizzato dall’Age – Associazione genitori in collaborazione con la prof. Falcinelli e il Med, associazione per la media education, che si terrà a Perugia, al centro Mater Gratiae, il 15 e il 22 ottobre. Abbiamo fatto riferimento al Messaggio del Papa per la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali del 2007, nel quale si affermava: “Le complesse sfide che l’educazione contemporanea deve affrontare sono spesso collegate alla diffusa influenza dei media nel nostro mondo e ne delineano fortemente l’ambiente culturale. L’adeguata formazione ad un uso corretto dei media è essenziale per lo sviluppo culturale, morale e spirituale dei giovani. Educare bambini e ragazzi ad essere selettivi nell’uso dei media è responsabilità dei genitori, della Chiesa e della scuola”. La Chiesa italiana nel convegno “Testimoni digitali” ha promosso un’ulteriore occasione di incontro e di approfondimento su questo tema, come “espressione della volontà di capire i mutamenti operati dalle nuove tecnologie nei modelli di comunicazione e nei rapporti umani, per non rimanere meri consumatori, ma testimoni della vivacità della fede cristiana anche in questa nuova cultura”. I nuovi media infatti, rappresentano una grande occasione per ampliare le conoscenze e la possibilità di comunicare, ma, come tutti i “mezzi”, se usati in modo improprio, possono rappresentare gravi rischi per la crescita dei giovani. Conoscere internet per usufruire delle infinite possibilità positive della rete ed evitarne i pericoli è per l’Associazione genitori una nuova frontiera educativa, che impegna i genitori ad “alfabetizzarsi” adeguatamente per poter seguire i figli in un accompagnamento accorto e aggiornato nella navigazione nel mare grande del Web. Il Convegno e i due laboratori che seguiranno sono rivolti in particolare a genitori, insegnanti, educatori, catechisti, animatori del tempo libero, per prendere coscienza come adulti, ciascuno nel proprio ambito, che è possibile e doveroso educare all’uso dei media. Saranno momenti formativi perché oltre che informare circa i rischi della Rete, tendono a far conoscere e a sviluppare le potenzialità positive dei media e guidare ad un loro uso creativo. I minori di oggi sono quelli che vengono definiti i “nativi digitali” e che nascono e crescono usufruendo in maniera quotidiana e quasi continuativa dei new media. La media education è un’attività, educativa e didattica, che ha lo scopo di offrire alle nuove generazioni non solo le chiavi per la comprensione critica dei media, ma anche suscitare nuovi “artigiani” per una migliore qualità dei media e per un apporto costruttivo della loro cultura alla civiltà degli uomini. Ne parleremo in modo più dettagliato in un articolo su La Voce la prossima settimana. Anna Piazzainfo: ageperugia@libero.itLE GIORNATEVenerdì 15 ottobre presso il Mater Gratiae a Perugia, ore 16-19: saluto del presidente dell’Age Perugia-Corciano Luca Aiello; relazioni di Roberto Giannatelli, presidente onorario del Med – associazione per la media education; Floriana Falcinelli Università degli studi di Perugia; Elisabetta Scala dell’Osservatorio media del Moige – Movimento italiano genitori. Venerdì 22 ottobre ore 16-19, laboratori: “Il palinsensto: riflessione sulla fruizione televisione nella vita quotidiana” per genitori, insegnanti educatori di bambini dai 3 ai 10 anni; “I new media: luogo di comunicazione e socializzazione” per genitori, insegnanti , educatori di preadolescenti e adolescenti. Ore 18.15-18.45 intergruppo e conclusioni.