Nocera Umbra: una meravigliosa cittadina nel cuore verde d’Italia

Arte, una stupenda posizione panoramica, edifici meravigliosi e acqua

Nocera Umbra è un borgo antico che si trova sulle pendici del Monte Pennino, nella valle del Topino.

STORIA

Nocera venne fondata dagli Umbri nel IV secolo a.C., per poi essere conquistata dai Romani nel 161 a.C.
Nel Medioevo venne annessa al Ducato di Spoleto e nel 1439 entrò a far parte dello Stato della Chiesa.

ACQUA

È conosciuta soprattutto per le acque minerali, come quelle della sorgente Angelica che nasce e sgorga a Bagni di Nocera, una vera e propria stazione termale. Già dal 1500 quest’acqua veniva utilizzata per l’idroterapia. Nel XVIII secolo, viste le ottime qualità della sorgente, venne presa come campione per valutare la qualità di altre acque.

Oltre l’acqua però c’è molto altro da scoprire e da ammirare a Nocera.

COSA VEDERE

La prima cosa che salta all’occhio, è la struttura di Nocera. La cittadina è arroccata sul monte e ben visibili sono le mura difensive di epoca medioevale, che in passato arrivavano fino alla Rocca, di cui purtroppo è rimasto solo il mastio centrale, la cosiddetta Torre civica, risalente all’XI secolo.

DUOMO

Merita sicuramente una visita il Duomo dedicato a Santa Maria Assunta. Venne costruito in posizione dominante, probabilmente nel luogo in cui sorgeva un tempio dedicato ad una divinità pagana. È in stile romanico e nacque come cappella della fortezza. Nel corso dei secoli venne rimaneggiato più volte e nel 1248 fu quasi distrutto e per molti secoli abbandonato.

Solo nel 1448 venne intrapresa la ricostruzione del Duomo. Dal 1487 l’edificio custodisce le reliquie di San Rinaldo, patrono della città, che si trovano ancora oggi sotto l’altare maggiore. Ben conservati il pavimento maiolicato della Sagrestia e i dipinti del 1600 di Giulio Cesare Angeli.

Alcune delle tele e dei reperti artistici di valore conservati nel Duomo sono stati spostati nella Pinacoteca comunale, dove è possibile ammirarli.

CHIESE DI SAN FRANCESCO E DI SANTA CHIARA

La Chiesa di San Francesco risale alla fine del Trecento, con una trasformazione profonda un secolo dopo. Ospita sia la Pinacoteca che il Museo civico. Tra le opere, ci sono una statua in legno policromo della Madonna con Bambino e diversi affreschi di Matteo da Gualdo che raffigurano l’Annunciazione, la Madonna con Bambino, Sant’Antonio da Padova e San Giovanni Battista.

Altra Chiesa che merita una visita è sicuramente quella di Santa Chiara, risalente al XIII secolo e poi ristrutturata nell’Ottocento.

CHIESA DI SAN FILIPPO

Interessante anche la Chiesa di San Filippo in stile neogotico e realizzata dall’architetto Luigi Poletti tra il 1864 e il 1868. Si trova nella parte alta della città, ha una facciata decorata da un grande rosone circondato dai simboli dei quattro evangelisti.
Sull’altare maggiore è conservata la tela che mostra la morte di San Filippo con apparizione della Madonna realizzata da Francesco Grandi.

Insomma, Nocera è ricca di Chiese, si trova in un’ottima posizione panoramica e offre dei bagni termali con acquee ricche di grandi proprietà. Merita sicuramente una visita.

Sophia Schippa

Le foto provengono dal sito https://www.umbriatourism.it/it/nocera-umbra

LASCIA UN COMMENTO