Occhio alle elezioni

POLITICA. I nomi emergenti a destra e sinistra in Umbria

Tempo di lettura: 122 secondi

Il candidato come segretario regionale del Pd Leonelli con il presidente della Provincia di Perugia Guasticchi
Il candidato come segretario regionale del Pd Leonelli con il presidente della Provincia di Perugia Guasticchi

La politica umbra punta sempre di più al rinnovamento, anche in vista delle imminenti elezioni amministrative, ma poi si dimentica che alcuni provvedimenti non andrebbero neanche proposti. Ne è un esempio la questione degli adeguamenti Istat a favore dei consiglieri regionali e dei membri della Giunta. L’atto presentato era formalmente ineccepibile, ma in questi casi conta l’opportunità di prenderlo in esame.

Così, dopo una serie di polemiche che si potevano tranquillamente evitare, è stato raggiunto l’accordo per cui non ci saranno gli adeguamenti Istat previsti dalla normativa, ma ci sarà solo una rimodulazione complessiva delle varie voci che compongono l’indennità, senza altri costi. Insomma, un dietrofront collettivo.

Nel frattempo le forze politiche sono in movimento per definire organigramma, programmi e candidati. Dopo il trionfo di Matteo Renzi, anche in Umbria, va avanti la candidatura di Giacomo Leonelli come segretario regionale del Pd. I suoi sostenitori stanno crescendo progressivamente nell’ottica di saldare le varie anime del partito dopo l’esito delle primarie. I firmatari di un comunicato di sostegno alla candidatura di Leonelli chiedono “un’Umbria moderna, aperta e solidale. Un’Umbria che sappia guardare con fiducia al futuro e che sappia far crescere nuove classi dirigenti valorizzando le qualità del governo espresse e quella coesione sociale che l’Umbria e le sue città hanno saputo esprimere”.

Nomine decise nel centrodestra: Catia Polidori, parlamentare tifernate di Forza Italia, è il commissario umbro degli azzurri, mentre il senatore Luciano Rossi, Nuovo centro-destra, è stato nominato coordinatore regionale del movimento. “È un onere e un onore ritornare in Umbria da commissario di Forza Italia”, ha detto la Polidori, sottolineando che “nutro per l’Umbria un sogno ambizioso: renderla luogo di grande fermento politico. Il centro, non solo geografico, della rinascita di Forza Italia”.

Ha espresso le congratulazioni ai due esponenti del centrodestra il sottosegretario Rocco Girlanda, evidenziando che “Catia, che mi succede nel ruolo che ho ricoperto fino all’inizio di dicembre, è una parlamentare giovane e preparata, che non potrà che portare nuova linfa al partito che sarà, come mi auguro, il perno di una coalizione ampia per le prossime elezioni amministrative, insieme al Nuovo centro-destra, che vede nella guida esperta e ponderata di Luciano Rossi un elemento importante per confermare, e se possibile ampliare, i successi che l’intero centrodestra ha raccolto in questi ultimi anni”.

AUTORE: E. Q.