Pallavolo e amicizia

Parla un grande amico del Csi, il presidente di Pallavolo Media Umbria, Toccaceli

Tempo di lettura: 157 secondi

Pallavolo-csiIl Comune di Marsciano vanta una tradizione pallavolistica che dura da ben 43 anni. Tutto ebbe origine grazie a don Antonello Pignatta (scomparso il 23 novembre 2013) il quale, nel 1972, ebbe l’idea di radunare i ragazzi che frequentavano l’oratorio di Santa Maria Assunta e di dare vita a una vera e propria squadra, la Osma Pallavolo. A controllare l’elenco di quei giovani “arruolati” da don Antonello, si trova anche l’attuale presidente della Pallavolo Media Umbria, Giancarlo Toccaceli: “Ricordo perfettamente – dice – le sfide che facevamo all’oratorio. Se fin dal 1972 a Marsciano si pratica la pallavolo è proprio grazie a don Antonello che, per primo, lanciò l’idea”.

Nel 1998, poi, si decise di allargare la società, unendo le forze del territorio della “Media Valle dell’Umbria”, e si aggiunsero Deruta e Collepepe-Collazzone. Proprio così, dalla cooperazione tra le varie associazioni sportive di questi Comuni, si costituì la “Pallavolo Media Umbria”. Società con numeri che parlano da soli e che si occupa esclusivamente di volley femminile: circa 180 tesserate, tre squadre (una che milita in serie B2 e due in serie D), più un ampio settore giovanile, da sempre fiore all’occhiello dell’associazione.

“Fin dalla fondazione – spiega ancora il presidente Toccaceli – abbiamo puntato molto sui giovani, riservando loro un particolare occhio di riguardo. Il nostro obiettivo principale è offrire ai ragazzi un ambiente sano, nel quale possano crescere praticando pallavolo a un certo livello. Conferma della nostra attenzione nei loro confronti è la prima squadra, la Ecomet, che partecipa al campionato nazionale di serie B2 femminile. Sebbene sia un torneo molto impegnativo, abbiamo deciso di affrontarlo solamente con ragazze tra i 16 e i 18 anni. Di fronte a questa scelta, anche la Federazione italiana pallavolo si è dimostrata sensibile e, tenendo presente la giovanissima età delle nostre atlete, ci ha dato l’opportunità di essere ripescati in caso di retrocessione”.

Questi principi e questo modo di concepire lo sport hanno fatto avvicinare la Pallavolo Media Umbria al Centro sportivo italiano. “Da circa vent’anni – sottolinea Toccaceli – collaboriamo con il Csi, che oggi per noi rappresenta un punto di riferimento fondamentale. Condividiamo in pieno il modo in cui il Csi approccia le discipline sportive, sempre finalizzato a trasmettere la passione per l’attività fisica. Lo sport rimane un gioco, l’agonismo deve passare in secondo piano. Ho notato l’impegno e la professionalità del Csi, soprattutto nel lavoro svolto con i bambini del mini-volley (dai 5 ai 10 anni). L’entusiasmo, la passione e la ‘leggerezza’ nel vivere lo sport da parte degli operatori hanno fatto sì che tutti i tornei e i concentramenti di mini-volley da loro organizzati siano stati apprezzati non solo dagli addetti ai lavori ma anche dai genitori dei piccoli atleti, e questo è sicuramente motivo di grande soddisfazione”.

Il presidente ha concluso riassumendo lo spirito della società Pallavolo Media Umbria con una battuta: “Il nostro motto? Pallavolo e amicizia”.

La società sportiva ha sede a Marsciano, presso il palazzetto dello sport ”Maria Stella Pippi” in viale Tremblay en France (sede operativa) e via Piccolotti centro direzionale (sede legale).

Per informazioni è possibile scrivere a info@pallavolomarsciano.it oppure presidente@pallavolomarsciano.it.

Sito internet di riferimento: www.pallavolomarsciano.it.

AUTORE: Michele Mencaroni