La Palombella sarà consegnata alle dirigenti e agli studenti delle scuole superiori di Orvieto

Un simbolo di libertà, di speranza e di fiducia da consegnare alle nuove generazioni, agli insegnanti che hanno perseguito la loro fondamentale missione educativa e formativa, e soprattutto alle famiglie che hanno combattuto al fianco dei loro figli la stravolgente esperienza della pandemia.

Consegna della Palombella

Con questi sentimenti di condivisione e rinascita, domenica 23 maggio nella cattedrale di Orvieto, giorno della Solennità di Pentecoste, al termine della solenne celebrazione eucaristica presieduta da mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo della diocesi di Orvieto-Todi, l’Opera del Duomo di Orvieto, in una cerimonia simbolica della Palombella consegnerà la colomba alle presidi degli istituti superiori della città.

La Colomba, simbolo della Festa della Palombella, che purtroppo anche quest’anno non potrà svolgersi nelle forme tradizionali, sarà consegnata dal vescovo, Gualtiero Sigismondi, dal presidente, Andrea Taddei, e dai membri del consiglio dell’Opera del Duomo di Orvieto, e dal sindaco della città di Orvieto, Roberta Tardani, alla professoressa Cristiana Casaburo, dirigente scolastico dell’Istituto d’istruzione superiore, artistica, classica e professionale (Iisacp) e alla professoressa, Carmela Rita Vessella, dirigente scolastico dell’Istituto d’Istruzione superiore Scientifico e Tecnico (Iisst) Insieme a loro una rappresentanza di studenti delle scuole superiori di Orvieto.

Le parole di Andrea Taddei, presidente dell’Opera del Duomo

“In questo duro anno di pandemia – dice il presidente dell’Opera del Duomo di Orvieto, Andrea Taddei – tra le tante difficoltà, talvolta anche tragiche, che tutti abbiamo dovuto affrontare, come Consiglio dell’Opera del Duomo di Orvieto, abbiamo inteso rivolgere un gesto di speranza alle nuove generazioni. Ai giovani e ai ragazzi di tutte le età che hanno visto trascorrere un anno della loro infanzia e della loro gioventù spesso dietro ad una finestra; che hanno imparato a continuare a studiare di fronte allo schermo di un computer; che hanno hanno dovuto reinventarsi una nuova socialità con la consapevolezza che in qualche modo le esperienze di questo tempo faranno parte della loro crescita e della loro vita”.

“Altrettanto – continua il presidente Taddei – con la consegna della Colomba alle dirigenti scolastiche degli istituti superiori della città, esprimiamo una grande riconoscenza a tutte le insegnanti e al personale scolastico delle scuole del territorio che, in tempo di pandemia, hanno proseguito la missione educativa e formativa dei nostri figli guidandoli in un nuovo percorso didattico che grazie alla professionalità dei docenti e degli istituti scolastici, non ha lasciato indietro nessuno”.

“Infine – conclude Taddei – la consegna della Colomba alle dirigenti scolastiche e agli alunni delle scuole superiori, è in un certo qual modo un segno di vicinanza a tutte le famiglie che in questo anno, insieme ai loro figli, hanno combattuto una sfida imprevedibile. La forza e il valore della famiglia: dai nonni, ai genitori fino alle nuove generazioni, è un patrimonio di valori sul quale la nostra comunità si è difesa e altrettanto ha trovato e trova la forza per rinascere”.

Solenne Veglia e celebrazione eucaristica di Pentecoste

Il programma della Solennità di Pentecoste prevede per il 22 maggio alle ore 18.30, presso il Duomo di Orvieto, la solenne Veglia di Pentecoste presieduta dal vescovo, monsignor Gualtiero Sigismondi.

Domenica 23 maggio la prima celebrazione in Cattedrale è in programma per le ore 9; alle ore 11 il vescovo Sigismondi presiederà la solenne Celebrazione eucaristica di Pentecoste, alle ore 12 la Cerimonia simbolica della Palombella e la consegna della Colomba. 

Secondo le normative in vigore, in Duomo, durante la Celebrazione delle ore 11, potranno essere presenti solamente coloro che sono muniti di apposito permesso/invito. La celebrazione sarà comunque trasmessa in diretta televisiva e social dall’emittente RTUAquesio.

LASCIA UN COMMENTO