Perugia, a Natale la Caritas accanto alle persone più in difficoltà

Anche al tempo del Covid, volontariato e realtà imprenditoriali solidali in campo contro il disagio e la solitudine. Tra il 24 e il 25 dicembre, saranno consegnati a domicilio più di 400 pasti caldi

PERUGIA- A Natale, seppur con nuove modalità dovute alla pandemia, la Chiesa di Perugia-Città della Pieve, attraverso la Caritas diocesana, continuerà ad essere vicina alle persone più in difficoltà, disagiate e sole come fa da quasi un ventennio.

“Quest’anno non potremo tenere il tradizionale pranzo di Natale offerto dal nostro cardinale Gualtiero Bassetti a quanti fruiscono tutto l’anno delle opere e dei servizi di Carità -annuncia il direttore della Caritas diocesana don Marco Briziarelli– ma non mancherà la vicinanza a quanti soffrono in questo difficile periodo. Come segno tangibile di questa vicinanza, fortemente voluto dal nostro Pastore Gualtiero, la Caritas, grazie alla sua rete di volontari e operatori e al coinvolgimento di alcune realtà imprenditoriali del settore alimentare e della ristorazione, distribuirà tra la sera del 24 e la mattina del 25 dicembre alcune centinaia di pasti con consegna a domicilio o in modalità di asporto. Il tutto -precisa il direttore della Caritas-  rispettando in pieno le indicazioni per la tutela della salute dei nostri poveri e dei nostri volontari. La promozione al rispetto delle regole e alla cura della persona è per tutti noi di primaria importanza”.

La distribuzione dei pasti avverrà sia la sera della vigilia sia il giorno di Natale a singoli e a nuclei familiari individuati dai Centri di ascolto diocesano e parrocchiali. Il 24 dicembre riceveranno la cena i quattordici ospiti della Casa di prima accoglienza Sant’Anna dei Servitori per senza fissa dimora, situata in pieno centro storico, e i venticinque assistiti dal Comune di Perugia, presso i locali della palestra di Sant’Erminio. Mentre, il 25 dicembre, saranno donati a pranzo, a cinquanta famiglie, duecento pasti grazie ad un progetto della Galbani in collaborazione con la Caritas Italiana.

Inoltre, con la collaborazione di tre ristoranti, preventivamente selezionati, cento pasti saranno distribuiti a famiglie di Perugia città, cinquanta di Ponte San Giovanni, venticinque di Olmo e venticinque di Ferro di Cavallo, in base alla stessa ubicazione dei ristoranti. Sempre il giorno di Natale, resterà aperto il Punto Ristoro Sociale San Lorenzo, gestito dal Comune di Perugia assieme alla Caritas diocesana, più comunemente conosciuto come la Mensa di via Imbriani (in pieno centro storico), dove saranno distribuiti, come ogni giorno, cento pasti donati dal Comune. E’ un servizio che il Comune eroga 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO