Cena di solidarietà alla Mostra mercato del tartufo bianco e della patata di Pietralunga

Tempo di lettura: 74 secondi

Daniela Milli, affetta da leucodistrofia, riuscirà a pubblicare il suo libro grazie al ricavato della cena di gala presso l’Hotel ristorante “Candeleto” che ha concluso la 32° Mostra Mercato del Tartufo bianco e della Patata di Pietralunga.

La serata, promossa dall’associazione Solidart e dall’azienda locale Giuliano Tartufi, aveva anche un’altra finalità, cioé quella di raccogliere fondi per l’acquisto di un defibrillatore da assegnare ad una scuola di Pietralunga, oltre che di promuovere il territorio umbro con le sue ricchezze enogastronomiche.

Ben venti chef stellati e non, di Solidart, hanno arricchito il menù per i circa 100 commensali, utilizzando il protagonista principe della mostra mercato, il pregiato tartufo bianco della zona e la patata De.co.

Un bell’esemplare di tartufo è stato battuto all’asta e venduto per ben 1.200,00 euro a Michele e Giulia Giudizi, del ristorante Al tartufo di Perugia. I cavatori di tartufo di Pietralunga ora hanno anche una statua a loro dedicata che è stata inaugurata proprio in occasione della Mostra mercato. Anche la patata Deco di Pietralunga è entrata ormai tra i prodotti di pregio, infatti era presente nei giorni scorsi insieme al Parmigiano Reggiano e ad altre eccellenze italiane al “Trifola Finger Food” organizzato al “Fico” Eataly World di Bologna.

A fine serata è stato consegnato un assegno del valore di 2.500 euro al sindaco di Pietralunga, Mirko Ceci, il quale ha ringraziato i presenti e gli organizzatori, a cominciare dai numerosi chef che hanno partecipato all’evento.

Annamaria Angelelli

LASCIA UN COMMENTO