Spoleto. Convegno promosso da Aglaia, assistenza per le cure palliative. Premio al dott. Manlio Lucentini tra i fondatori di tali cure

Tempo di lettura: 64 secondi

assistenza-anziani“I percorsi della rete di cure palliative – Quando “Fare di più non significa fare meglio” è il tema del convegno che si svolgerà all’Albornoz Palace hotel di Spoleto sabato 15 novembre, a partire dalle ore 8.15. Un incontro rivolto a tutti gli operatori socio – sanitari, ai volontari e ai cittadini, promosso da Aglaia (associazione per l’assistenza palliative onlus) di Spoleto e dall’Usl Umbria 2 e che si concentrerà sul tema della costruzione della rete di cure palliative. In un momento per questo settore particolarmente delicato, sia dal punto di vista economico che per la definizione delle linee di indirizzo regionali e delle aziende sanitarie a riguardo, si tenteranno di individuare prospettive e percorsi di azione con l’obiettivo di creare una solida rete che, attraverso la moltiplicazione dei nodi che la compongono, riesca a portare le cure palliative fuori dall’hospice e dal domicilio del paziente fin dentro gli ospedali e le residenze sanitarie. Nella prima parte del convegno si farà ricorso al confronto con le altre realtà regionali e con i referenti nazionali, mentre il pomeriggio sarà dedicato alla realtà locale. La giornata si concluderà con l’assegnazione del Premio Aglaia 2014 che quest’anno verrà conferito al dott. Manlio Lucentini, medico palliativista tra i principali fondatori delle cure palliative in Italia e in Umbria