Tappeti di fiori davanti a Lui

Le infiorate in Umbria per la festa del Corpus domini

Tempo di lettura: 115 secondi

Sulla strada bianca, il nuovo tappeto brilla di diversi colori, e sembra attendere Qualcuno’ scriveva Giovanni Pascoli, ricordando le infiorate da lui ammirate in gioventù. Anche quest’anno, in tutta l’Umbria per il Corpus Domini le strade si rivestono di colori e profumi; di solito di domenica, ma in qualche caso – come a Terni – mantenendo come a Roma la data del secondo giovedì dopo Pentecoste, per meglio sottolineare il legame tra questa festa e l’istituzione dell’eucaristia nel Giovedì santo. Una delle infiorate più note, quella di Spello, quest’anno offre un calendario più ricco che mai, tra il 7 e il 10 giugno, con manifestazioni o direttamente legate all’infiorata stessa, o se non altro al clima di festa che essa crea. Ecco alcune tra le più significative. Il mattino di venerdì 8 giugno aprirà una serie di mostre: Museo delle infiorate (palazzo comunale); ricamo floreale (all’interno del Museo delle infiorate); mostra fotografica storica (palazzo Cruciani); mostra di pittura dell’Istituto comprensivo di Spello (atrio palazzo comunale). Alle 18.30, poi, verrà conferito al teatro Subasio il premio nazionale Prospello, dedicato ai cittadini spellani che si sono distinti in vari settori della vita sociale, culturale ed economica. Ospite d’eccezione, il presidente del Senato Franco Marini. Sabato 9 mattina, oltre alle mostre già segnalate, aprirà anche quella di florovivaismo ai giardini pubblici. Alle 2 del pomeriggio prenderanno quindi il via i lavori dell’infiorata, con l’allestimento delle strutture protettive; alle ore 16 i disegnatori cominceranno a tracciare i contorni sul selciato delle strade. La ‘notte dell’infiorata’ permetterà infine di entrare a orario continuato, fino alla domenica sera, in musei, mostre, negozi e ristoranti. Dal sabato, lungo le strade e le piazze i turisti saranno intrattenuti da gruppi musicali itineranti di tutti i generi: pop, classica, jazz; nelle chiese, appuntamenti con musica sacra e canto gregoriano. Previsti anche itinerari turistici negli anfratti storici della città. Solo domenica mattina, verso le 7, i quadri e i tappeti floreali saranno finalmente terminati, e cominceranno le valutazioni da parte della giuria. Alle 10 mons. Cornel Damian, vescovo ausiliare di Bucarest, celebrerà la messa a Santa Maria Maggiore; alle 11, processione del Corpus Domini. La premiazione delle infiorate si svolgerà infine alle 19 in piazza Repubblica. Fiori per terra e… appesi: una premiazione collaterale sarà infatti quella del 3’concorso ‘Finestre, balconi e vicoli fioriti’.

AUTORE: D. R.