Todi. L’edizione 2014 del Progetto Speranza

L'iniziativa del Centro Speranza di Fratta Todina, struttura voluta dalla beata Madre Speranza per la riabilitazione e l’educazione di bambini e adulti con gravi disabilità intellettive e/o deficit multisensoriali e motori

Tempo di lettura: 212 secondi

Centro-Speranza-bnSi è svolta la cerimonia di premiazione del concorso relativo al “Progetto Speranza”, progetto che da alcuni anni viene portato avanti dal liceo Jacopone da Todi in collaborazione con il Centro Speranza di Fratta Todina. Il Centro Speranza è una struttura voluta dalla beata Speranza di Collevalenza, gestita dalle suore Ancelle dell’Amore Misericordioso e accreditata dalla Regione dal 2007; dal 1984 opera per la riabilitazione e l’educazione di bambini e adulti con gravi disabilità intellettive e/o deficit multisensoriali e motori.

Il liceo Jacopone e il Centro Speranza hanno avviato insieme da circa 8 anni un percorso educativo che vede gli studenti delle classi IV impegnati in tre fasi del progetto: visita guidata al Centro, partecipazione al concorso e attività di volontariato nel periodo estivo.

Questi ultimi giorni ha avuto luogo la seconda fase del progetto e gli studenti hanno realizzato i lavori grafici e/o letterari del concorso che proponeva il titolo “Vivere la diversità”. Gli studenti si sono espressi con metodologie diverse sul tema della convivenza con soggetti diversamente abili. Lo scorso 29 maggio si è tenuta la cerimonia che ha visto premiati: Chiara Gelosi (terza classificata), Andrea Gazzella (secondo classificato) e Rebecca Volpi (prima classificata).

“La diversità è sempre una grande ricchezza. La realtà non è univoca, ma composta di tanti elementi. Il rapporto con la diversità rende più forti, migliora l’esistenza. Per questi e altri motivi ritengo l’attività di collaborazione con il Centro Speranza un’occasione importantissima per i nostri studenti”, ha detto il preside Sergio Guarente, il quale ha aperto la cerimonia che ha visto protagonisti i ragazzi ospiti del Centro Speranza che hanno premiato gli studenti del liceo.

La dott.ssa Susanna Cicchi, educatrice del Centro Speranza, ha sottolineato che i lavori del concorso sono stati giudicati dagli stessi giovani ospiti del Centro: “Sono stati dei giudici impeccabili. Hanno valutato con serietà, ma soprattutto hanno tenuto conto delle emozioni che produceva la lettura dei lavori”.

Ha continuato poi riconoscendo la validità dell’iniziativa: “Vivere la diversità è una questione impegnativa perché non è affatto semplice! È anche vero che, se fossimo tutti uguali, non ci sarebbe niente da scoprire. Pertanto ringrazio la scuola per l’opportunità che crea di favorire la condivisione reciproca di un tema sempre attuale, ma mai abbastanza conosciuto e per il quale si deve ancora molto progredire. È sempre entusiasmante lavorare con la scuola, soprattutto perché si vede la ricchezza interiore che anima i giovani e la loro sensibilità verso coloro che necessitano di maggiore attenzione. Questo lo si è intravisto dai lavori che, anche se non è stato possibile premiare tutti, hanno comunque trasmesso forti emozioni e interessanti messaggi”.

Un riconoscimento è poi stato consegnato a tutti i circa 40 partecipanti, molti dei quali nel prossimo periodo estivo faranno anche attività di volontariato tra gli ospiti del Centro Speranza.

Un bilancio quindi interessante per gli studenti del liceo Jacopone da Todi, che li ha anche visti protagonisti, come ogni anno, al Concorso scolastico europeo indetto dal Movimento per la vita. Il quale ha nominato vincitrice la studentessa Giulia Moretti, che effettuerà nel prossimo mese di ottobre un viaggio-premio a Strasburgo in visita al Parlamento europeo.

 

La Pedalata dell’amicizia

Domenica 8 giugno si terrà la prima “Pedalata dell’amicizia”, manifestazione cicloturistica di solidarietà per promuovere i diritti e i bisogni delle persone con disabilità, organizzata dal comitato territoriale Media Valle del Tevere dell’associazione Uisp (Unione sport per tutti), in collaborazione con il Centro Speranza e con il patrocinio dei Comuni di Fratta Todina, Monte Castello di Vibio, Todi, Collazzone e Marsciano, che accoglieranno il passaggio del tour. L’appuntamento è alle ore 9 a Fratta Todina, nel piazzale del Centro Speranza. La partenza è prevista per le ore 10 e il percorso (circa 28 km) attraversa le località di Madonna del Piano, Pantalla, Collepepe, Marsciano e, infine, di nuovo a Fratta Todina. All’arrivo i ciclisti saranno accolti in festa dal gruppo degli sbandieratori di San Gemini e, per finire, i partecipanti sono invitati a fermarsi nel parco del Centro per il ristoro. Appassionati di ciclismo e amatori della passeggiata domenicale, la Pedalata dell’amicizia è l’occasione adatta a tutti per coniugare una piacevole gita in bici alla solidarietà a favore del Centro Speranza! Come recita lo slogan, tutti sullo stesso percorso, ognuno con il suo passo: l’importante è partecipare! Per ulteriori info: tel. 075 7824342.

AUTORE: Michela Massaro