“Umbria jazz clinics”: la scuola con quel qualcosa in più

Tempo di lettura: 132 secondi

clinics2014-011
Foto Andrea Coli

18/07/2014 – Con un programma ampliamente rinnovato nella forma e nei contenuti, anche quest’anno la scuola di specializzazione “Umbria Jazz Clinics” presenta una nuova offerta formativa. Dodici giorni (dall’ 8 al 20 luglio) dedicati all’approfondimento del Jazz e all’ascolto degli artisti che si esibiranno durante la manifestazione.

Gli iscritti provengono da ogni parte del mondo e quasi sempre da Conservatori e scuole private. Le lezioni sono organizzate presso le aule della scuola elementare A. Fabbretti di Perugia, dove gli studenti, suddivisi in gruppi (ensambles), seguiranno la didattica del Berklee College of Music di Boston: dopo quasi trent’anni di attività formativa, dai banchi di Umbria Jazz Clinics sono usciti oltre 5000 studenti.

Anche l’edizione 2014 ha fatto registrare quota duecento iscrizioni, suddivise tra i corsi di batteria, chitarra, contrabbasso/basso elettrico, piano, sax, tromba, trombone e voce. Due le novità importanti. La prima consiste nella presenza di una nuova classe/laboratorio dedicata alle tecniche di arrangiamento e di “song writing” (composizione musicale) e la seconda che prevede tre classi di canto, ciascuna con un diverso docente e una propria identità didattica.

La crescita continua di allievi (soprattutto stranieri) – spiega il direttore della scuola Giovanni Tommaso – “è motivo di orgoglio e di soddisfazione professionale”. Famose e valide scuole di Jazz ci sono in tutto il mondo – spiega il direttore – “la nostra scuola offre però qualcosa di più: l’atmosfera tipica che suscita Umbria Jazz e la possibilità per gli studenti di ascoltare gratuitamente e dal vivo grandi artisti di fama mondiale”. La giornata di studio è molto impegnativa ed è suddivisa in periodi. Si inizia alle 10 del mattino con la teoria. Dalle 12.15 alle 13 gli studenti possono scegliere di partecipare alle “Master Class”, approfittando della presenza degli artisti presenti alla manifestazione per approfondire determinati argomenti. Il pomeriggio è dedicato sempre allo studio: dalle 18.30 in poi gli studenti si ritrovano nelle “Jam Session” per suonare tra di loro, mettendo in pratica gli insegnamenti ricevuti.

Rispetto al 2013, le lezioni pomeridiane sono organizzate per preparare il repertorio musicale dei saggi che, per la prima volta, saranno parte integrante dell’attività concertistica del festival e si terranno nel giardino della scuola alla presenza del pubblico. Il Berklee College of Music assegnerà borse di studio per una cifra complessiva di 100 mila dollari e la possibilità, agli studenti più meritevoli, di recarsi nel famoso College di Boston per una formazione più ricca e proficua. Anche se per iscriversi è necessario un piccolo sforzo economico (l’iscrizione ammonta a 490 euro), tra gli studenti e le famiglie è condivisa l’idea che “ogni soldo speso in tal senso è un investimento in arte e cultura, destinato a portare risultati”.

AUTORE: Andrea Coli

2 COMMENTS

  1. Bell’articolo, mette in contatto con la quotidianità del programma delle clinics!
    Quando iniziano le iscrizioni per l’anno 2015?

Comments are closed.