Un bel traguardo, ora avanti!

Il Csi spegne ad Assisi le 70 candeline del suo compleanno

Tempo di lettura: 135 secondi

Il pellegrinaggio per le vie di Assisi
Il pellegrinaggio per le vie di Assisi

Assisi è arrivato e passato, tutti i Comitati territoriali e regionali hanno vissuto questa 13a edizione del Meeting in maniera diversa, perché proprio da Assisi iniziano i festeggiamenti dei 70 anni del Csi.

Un anno molto importante poiché si raggiunge un traguardo grandioso a cui l’associazione mai avrebbe pensato, ai suoi albori, di poter arrivare. Il Csi sta acquistando sempre più rilievo e immagine nel mondo dello sport, in quanto incanala valori vecchi e nuovi che oggi servono, non solo in una società economicamente in crisi ma anche nell’ambito dell’educazione e all’interno delle famiglie.

Da venerdì 6 a domenica 8 dicembre il Meeting ha festeggiato, soffiando, sulle sue candeline nella terra di San Francesco: compleanno che sarà a lungo celebrato nel corso del 2014.

Sono stati 700 i partecipanti, provenienti da ogni zona d’Italia: precisamente sono 91 i Comitati rappresentati nella convention umbra, i cui lavori sono stati aperti dal consulente ecclesiastico nazionale don Alessio Albertini. Durante i tre intensi giorni sono intervenuti molti ospiti: dal presidente dell’Azione cattolica, Franco Miano a Melchor Sanchez, sottosegretario al Pontificio consiglio della cultura, da Mario Lusek, direttore nazionale dell’ufficio per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport, a don Mazzi. E ancora, dal campione del fair play “Modello per i giovani” Andrea Lucchetta all’incontro con il numero uno dello sport italiano, il presidente del Coni, Giovanni Malagò. Il quale dichiara che è necessaria una svolta culturale per cambiare davvero lo sport italiano, ed è la famiglia alla base di tutto sia nei momenti più belli e meno belli della vita bisogna stare insieme.

Il “Discobolo” a Sorrentino
Il “Discobolo” a Sorrentino

Hanno raccontato le loro esperienze campioni del presente e del passato, a tu per tu con il bomber Paolo Rossi, Mauro Berruto (allenatore nazionale pallavolo) e Salvatore Sanzo (olimpionico di fioretto).

Non sono mancati interventi dei più autorevoli personaggi del mondo della comunicazione sportiva. Hanno partecipato Daniele Redaelli (Gazzetta dello Sport), Guglielmo Buccheri (La Stampa), Marco Tarquinio (direttore di Avvenire), Claudio Brachino (direttore sport Mediaset), Enzo Bucchioni (direttore QS), Giovanni Bruno (direttore Sky Sport), Maurizio Losa (Rai Sport).

Sabato sera non poteva mancare il vero momento spirituale, aperto dal tradizionale pellegrinaggio fino alla chiesa di San Rufino e con la messa celebrata da mons. Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi. Il Vescovo ha affermato: “È proprio degli sportivi credere di potercela fare. Oggi siete qui in 700 per arrivare a 100 mila in piazza San Pietro con il Santo Padre il 7 giugno 2014”.

Un ottimo inizio per un anno che per il Csi rappresenta sì un punto d’arrivo, ma ancor più, un momento per rilanciare progetti per un lungo cammino.

AUTORE: C. M.