Un coro di voci, la grande musica in Umbria

Torna l'appuntamento con la Sagra Musicale Umbra. Ventiquattro concerti, tavole rotonde e convegni per gli appassionati di musica classica

Tempo di lettura: 174 secondi

La Sagra Musicale Umbra apre i battenti l’11 settembre. Negli intenti della Fondazione, riportare il Festival più vicino alle sue origini, in modo particolare con esecuzioni autorevoli del grande repertorio sinfonico-corale di ispirazione religiosa. In quest’ottica da non perdere i concerti di apertura, con il Coro da Camera di Vienna con l’orchestra ‘Cappella Istropolitana’, con la Missa in tempore belli di Haydn). Musiche di Paul Hindemith invece compongono il programma dell’Orchestra Sinfonica di Perugia e dell’Umbria diretta da Giuliano Silveri, con in primo piano la Sinfonia Mathis der Maler, tratta dall’opera omonima che si ispira alla vita e all’opera del pittore Matthias GrÈnewald. Al Festival partecipano altre cinque formazioni corali e vocali, oltre a quelle già ricordate: il prestigioso Coro da Camera della Filarmonica Estone (con un ritratto del compositore contemporaneo Arvo PÈrt); il Coro Polifonico dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia (con musiche di Palestrina tratte dalla nuova Edizione Nazionale dell’opera omnia palestriniana); il ‘Consortium Carissimi’ (che celebrerà i 300 anni dalla morte di Marc-Antoine Charpentier); gli ensemble ‘Dialogos & Sequentia’ e ‘I Cantori Gregoriani’ (i quali ricorderanno l’anniversario della morte, nel 604, di San Gregorio Magno, il cui nome è legato da oltre un millennio al canto monodico della Chiesa occidentale). Non per questo sarà trascurata la produzione moderna e contemporanea, alla quale sono dedicati i concerti del Coro ‘Ars Cantica’ (Goffredo Petrassi, nel centenario della nascita), dell’Ensemble In Canto (Luigi Dallapiccola, nel centenario della nascita) e del ‘L.E.O.’ (Letztes Erfreuliches Operntheater) di Vienna, una compagnia di teatro musicale austriaca che darà in prima esecuzione assoluta due opere in un atto, l’uno di Marco Pontini l’altro di Carlo Pedini, quest’ultimo dal 2004 ‘compositore in residenza’ del Festival. Due gli appuntamenti con un repertorio di stampo popolare, il primo con il Quartetto Vocale di Giovanna Marini (in un programma di musiche sacre e profane di tradizione orale), il secondo con i Fratelli Mancuso, estrosi esecutori di musiche tradizionali siciliane, che insieme al gruppo vocale ‘Armoniosoincanto’ saranno i principali protagonisti di un suggestivo programma ideato e progettato da Carlo Pedini: Requiem, concerto mistico per voci, coro femminile, strumenti e quartetto d’archi su musiche degli stessi Fratelli Mancuso e della tradizione popolare, contrappuntate a canti gregoriani e monodici. Due infine le manifestazioni a corredo degli appuntamenti musicali. Nel complesso monumentale di Santa Giuliana a Perugia si terrà una tavola rotonda sulla nuova edizione dell’opera omnia di Palestrina, con l’intervento dei massimi esperti del settore ‘ tra cui Francesco Luisi e Giancarlo Rostirolla ‘ e con un’illustrazione delle ultime acquisizioni della filologia palestriniana con la partecipazione di Roberto Gabbiani e del Coro Polifonico ‘Città di Bastia’. In questo contesto, la tradizionale rassegna di Cori Umbri organizzata dal Festival punterà su un repertorio di musiche di Palestrina e di altri autori coevi. A ricordare la figura di George Sand, nel bicentenario della nascita, saranno invece tre eminenti studiosi della scrittrice francese in una conferenza che si svolgerà all’Università Italiana per Stranieri (sede ‘storica’, da dove mosse i suoi primi passi la ‘Sagra Musicale Umbra’), con un concerto serale di musiche di Chopin tenuto dal pianista Benedetto Lupo. Per tutte le informazioni, e per la prevendita dei biglietti, rivolgersi alla Fondazione Perugia Musica Classica, Via Danzetta, 7 (1’piano), tel. 075 5722271, fax 075 5725264, tutti i giorni, eccetto la domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. L’e-mail è info@perugiamusicaclassica.com, il sito www.perugiamusicaclassica.com. Per eventuali disponibilità last minute, si può contattare il 338 8668820.