Un Festival ricco di appuntamenti

Spoleto 2Mondi. Dal 26 giugno al 12 luglio la 58esima edizione con opera, musica, teatro, danza arte e eventi vari

Tempo di lettura: 131 secondi

orchestra
L’orchestra giovanile “Luigi Cherubini” (Foto di Silvia Lelli)

Spoleto è pronta per accogliere la 58a edizione del festival dei 2Mondi. Musica, teatro, danza, prosa e mostre animeranno le vie, le piazze e i palazzi storici della città dal 26 giugno al 12 luglio.

Si parte venerdì 26 giugno, alle ore 19.30, al teatro Nuovo “Gian Carlo Menotti” con la lirica con “Così fan tutte” dramma giocoso in due atti di W. A. Mozart, con la direzione artistica di Giorgio Ferrara.

Le musiche del celebre compositore saranno interpretate dall’orchestra giovanile “Luigi Cherubini”, fondata da Riccardo Nuti e diretta dal maestro James Conlon. Per la sezione mostre grande attesa per quelle di due grandi artisti: Fernando Botero al Palazzo comunale di Spoleto e Leoncillo alle Fonti del Clitunno.

A Casa Menotti, come di consueto, oltre alla possibilità di visitare il palazzo dove abitò il maestro si potrà assistere ai vari concerti con “Musica da Casa Menotti” rassegna curata da Federico Mattia Papi: due concerti al giorno per un totale di 33 concerti, tutti gratuiti. A San Domenico (ore 17) tornano i sette incontri sulle “Parole per la felicità ” a cura dell’arcidiocesi di Spoleto-Norcia a partire dal percorso di conoscenza suggerito da Gesù nel discorso della montagna. Il primo appuntamento è il 27 giugno con fr. Enzo Bianchi, priore di Bose, su “Beati i poveri in spirito, perchè di essi è il regno dei cieli”.

Tornano sull’onda del successo gli appuntamenti con il giornalista e storico Paolo Mieli (fine settimana fra il 26 giugno e il 12 luglio) che intervisterà personaggi del mondo dell’arte, della politica e dell’economia. Per la sezione musica il primo appuntamento è al Teatro Nuovo G. Menotti il 27 giugno con un concerto di musica sufi prima tappa del gemellaggio Due Mondi e il BeiteddineArt festival fondato durante la guerra civile libanese. Il Beittedine presenterà “Burdah. La voce della rimembranza” con Karima Skalli & Asil Ensemble.

Per il teatro appuntamento con Adriana Asti con “Il mare è blu – Jadasmeeristblau” (al teatro Nuovo 4 – 5 luglio) un insieme di poesie, canzoni e teatro di Brecht e Weill. Al Caio Melisso tra danza e teatro appuntamento con Letter a man lo spettacolo tratto dai Diari di Vaslav Nijinsky che vede di nuovo insieme Mikhail Baryshnikov e Robert Wilson (8-11 luglio).

Per la danza si inaugura con Sara Baras, con Voces (27-28 giugno). Altro bell’appuntamento quello con Eleonora Abbagnato nella Soirèe Roland Petit (Teatro romano, 3 luglio) in cui l’étoile de l’Opera de Parigi danza su coreografie del repertorio del grande coreografo francese Petit che per primo ne scoprì il talento.

Info sul programma www.festivaldispoleto.com.

 

AUTORE: M. A.