Una sobrietà degna di essere immortalata

Foligno. Diocesi vara progetto e mostra fotografica con le scuole

Tempo di lettura: 88 secondi

Si intitola ‘Cittadini del mondo’ il progetto culturale realizzato dalla diocesi e da alcune scuole superiori della città di Foligno. Al termine del percorso, per ‘fotografare’ i risultati raggiunti, si è pensato appunto di allestire una mostra fotografica, sul tema ‘Una nuova sobrietà per abitare la Terra’ che era il filo conduttore della Giornata per il creato dello scorso settembre. Alla mostra, nei giorni 3 e 4 aprile, si abbinano momenti di riflessione e dibattito. Non facile, realizzare istantanee su un tema così sfuggente e impegnativo. Tanto più che non erano permesse facili scappatoie: ‘Una sobrietà – precisano gli organizzatori – non intesa come povertà, ma come stile di vita capace di conciliare una buona qualità della vita, assicurando nello stesso tempo un’esistenza dignitosa a tutti’. ‘La sobrietà – ha precisato a sua volta il vescovo di Foligno mons. Gualtiero Sigismondi -, che i maestri di spirito identificano con la temperanza, è una virtù poco conosciuta e praticata’ ma ‘c’è una sobrietà politica, che è promozione del bene comune, non la tutela di interessi di parte. C’è una sobrietà sociale, che è ricerca dell’equilibrio tra difesa dei diritti e rispetto dei doveri. C’è una sobrietà culturale, che è ricerca dell’armonia tra ragione e fede, tra scienza ed etica’. Questo il programma. Il 3 aprile, ore 9.30 al chiostro di San Domenico, inaugurazione della mostra. Ore 17, all’auditorium San Domenico, tavola rotonda ‘Sobrietà e solidarietà’, con mons. Sigismondi, il dirigente scolastico Maurizio Renzini e Paolo Montesperelli, docente di Metodologia e tecnica della ricerca sociale all’Università di Salerno. Il 4 aprile, a partire dalle ore 9.30 all’auditorium, si terrà il talk show ‘Sobrietà e comunicazione’ realizzato dagli studenti delle superiori. Interverranno, oltre al Vescovo, il sindaco di Foligno, Manlio Marini, e Nicola Rossi, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale. Ulteriori informazioni al numero 0742 342731.

AUTORE: (d. r.)