Gmg diocesana, a Città della Pieve i giovani delle sette zone pastorali

Don Luca Delunghi, direttore Pastorale Giovanile Perugia: “Ai giovani l’opportunità di essere veri protagonisti"

Si terrà domenica 21 novembre a Città della Pieve la Giornata mondiale della Gioventù della diocesi di Perugia – Città della Pieve, organizzata dalla Pastorale Giovanile insieme a quella vocazionale e universitaria, in occasione della Solennità di Cristo Re.

“Alzati! Non puoi rimanere a terra a ‘piangerti addosso’, c’è una missione che ti attende! Anche tu puoi essere testimone delle opere che Gesù ha iniziato a compiere in te”. Queste le parole di Papa Francesco nel messaggio per la XXXVI Giornata mondiale della Gioventù che invita i giovani ad essere protagonisti. Stesso invito che la Pastorale Giovanile perugina ha rivolto ai giovani delle sette zone pastorali, invitandoli a partecipare, per tutta la giornata di domenica, all’incontro a Città della Pieve. “Le parrocchie e le unità pastorali, coordinate dai delegati di Pastorale giovanile delle sette zone – spiega don Luca Delunghi direttore della Pastorale giovanile -, vivranno l’intera giornata in funzione dell’incontro, celebrando nelle proprie Chiese territoriali la messa al mattino insieme ai giovani per poi spostarsi insieme alla volta di Città della Pieve”.

L’incontro con il cardinale Bassetti e il vescovo Salvi

Momento forte della giornata sarà l’incontro nel pomeriggio, alle 15, con l’arcivescovo cardinale Gualtiero Bassetti e il vescovo ausiliare monsignor Marco Salvi sulla piazza della Concattedrale di Città della Pieve. Una scelta, spiega ancora Delunghi fatta “nell’ottica di una Chiesa diocesana che si raccoglie intorno al Vescovo vivendo tutte le zone pastorali, incontro alle periferie come al centro, vicino ai più lontani e in comunione piena con tutte le parrocchie”. I ragazzi poi si ritroveranno in gruppi per “un momento di conoscenza, condivisione e laboratorio” sui temi propri del messaggio di Papa Francesco (Alzati! Ti costituisco testimone di quel che hai visto) nel contesto più ampio dell’Esortazione apostolica post sinodale dedicata ai giovani Christus Vivit. “Ai giovani – scrive don Luca – è affidata, in questo pomeriggio, l’opportunità di essere veri protagonisti, capaci di pensiero e parola, non oggetto del pensare degli altri ma interpreti del proprio cammino sinodale nella Chiesa, per raccontare ed essere testimoni di un’esperienza vissuta da mettere a frutto per se stessi e per i propri amici coetanei, in un volere ed operare che non sia il riflesso pallido di un sentito dire impersonale di qualcun altro, ma piuttosto la sollecitazione cosciente di ragazzi che interrogano se stessi e il mondo degli adulti con uno sguardo di profezia sul presente e sul futuro”. I temi oggetto dei laboratori saranno le relazioni, la famiglia, la cultura, la società, il creato, l’impegno sociale, la Chiesa, scuola e lavoro, prossimità e servizio. Al termine dei laboratori tutti i ragazzi si raccoglieranno di nuovo in piazza per un momento conclusivo insieme.

Maria Rita Valli

La lettera di invito alla Gmg diocesana 

Alzati !
TI COSTITUISCO TESTIMONE DI QUEL CHE HAI VISTO (At 26,16) GMG DIOCESANA 2021
Domenica 21 novembre ore 15.00
Città della Pieve nella Piazza della Cattedrale
Nel Messaggio per la XXXVI GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ, che si svolgerà in occasione della Solennità di Cristo Re, domenica 21 novembre, Papa Francesco esorta ogni giovane con queste parole: “Alzati! Non puoi rimanere a terra a “piangerti addosso”, c’è una missione che ti attende! Anche tu puoi essere testimone delle opere che Gesù ha iniziato a compiere in te..[…]. Il Signore, la Chiesa, il Papa, si fidano di voi e vi costituiscono testimoni nei confronti di tanti altri giovani che incontrate sulle “vie di Damasco” del nostro tempo. Non dimenticate: «Se uno ha realmente fatto esperienza dell’amore di Dio che lo salva, non ha bisogno di molto tempo di preparazione per andare ad annunciarlo, non può attendere che gli vengano impartite molte lezioni o lunghe istruzioni. Ogni cristiano è missionario nella misura in cui si è incontrato con l’amore di Dio in Cristo Gesù» (Esort. ap. Evangelii gaudium, 120)”.
Il Servizio diocesano di Pastorale Giovanile della Diocesi di Perugia-Città della Pieve, insieme alla Pastorale Vocazionale e Universitaria, con la collaborazione e la disponibilità della Parrocchia dei Santi Gervasio e Protasio in Duomo a Città della Pieve, risponde alla chiamata del Santo Padre, lungo il cammino spirituale che ci avvicina alla Giornata Mondiale della Gioventù a Lisbona nel 2023, organizzando un pomeriggio insieme per celebrare la Giornata Mondiale della Gioventù 2021 a livello diocesano. I ragazzi, accompagnati dai propri parroci, viceparroci, diaconi, animatori, educatori e catechisti, provenienti da tutte le 7 zone pastorali, incontreranno S.Em. Cardinal Gualtiero Bassetti e il Vescovo Ausiliare Marco Salvi sulla piazza della Concattedrale, per poi dividersi nelle Chiese cittadine e vivere un momento di conoscenza, condivisione e laboratorio sui temi propri del messaggio di Papa Francesco nel contesto più ampio dell’Esortazione Apostolica post sinodale dedicata ai giovani “Christus Vivit”.
La scelta di vivere il pomeriggio a Città della Pieve è nell’ottica di una Chiesa diocesana che si raccoglie intorno al Vescovo vivendo tutte le zone pastorali, incontro alle periferie come al centro, vicino ai più lontani e in comunione piena con tutte le parrocchie perugino-pievesi, partendo dal territorio che quest’anno sarà anche protagonista dei preparativi dell’Anniversario del Cinquecentenario dalla morte del Perugino, per ricordare anche ai più giovani come in ogni borgo e in ogni angolo della nostra Diocesi la fede parli nelle opere, nei luoghi e nelle forme di una cultura che si è fatta carne e storia.
Ai giovani è affidata, in questo pomeriggio, l’opportunità di essere veri protagonisti, capaci di pensiero e parola, non oggetto del pensare degli altri ma interpreti del proprio cammino sinodale nella Chiesa, per raccontare ed essere testimoni di un’esperienza vissuta da mettere a frutto per se stessi e per i propri amici coetanei, in un volere ed operare che non sia il riflesso pallido di un sentito dire impersonale di qualcun altro ma piuttosto la sollecitazione cosciente di ragazzi che interrogano se stessi e il mondo degli adulti con uno sguardo di profezia sul presente e sul futuro. I temi oggetto dei laboratori, in linea col Messaggio di Papa Francesco, saranno le relazioni, la famiglia, la cultura, la società, il creato, l’impegno sociale, la Chiesa, scuola e lavoro, prossimità e servizio. Moderatori e facilitatori aiuteranno i ragazzi a fare sintesi tra racconti delle esperienze vissute e prospettive, sollecitazioni e progetti da sognare e realizzare lungo il percorso che ci avvicina alla GMG di LISBONA 2023.

L’appuntamento è alle 15.00 di domenica 21 novembre sulla piazza del Duomo di Città della Pieve per ricevere il saluto e il mandato del Vescovo. Al termine dei laboratori tutti i ragazzi si raccoglieranno di nuovo in piazza per un momento conclusivo insieme. Le parrocchie e le unità pastorali, coordinate dai delegati di Pastorale Giovanile delle 7 zone, vivranno l’intera giornata in funzione dell’incontro, celebrando nelle proprie Chiese territoriali la S. Messa al mattino insieme ai giovani per poi spostarsi insieme alla volta di Città della Pieve, nel rispetto di tutte le normative covid vigenti. Ai sacerdoti referenti di zona è demandata l’organizzazione dei pullman laddove necessario.

LASCIA UN COMMENTO