Il Sacro Convento di Assisi aderisce alla preghiera per la pace in Ucraina

Papa Francesco ha indetto per mercoledì 26 gennaio una giornata di preghiera per la pace in Ucraina. La comunità dei Frati minori conventuali del Sacro Convento di Assisi aderisce a questa iniziativa con un momento di preghiera che avrà luogo alle ore 12 nella Chiesa Inferiore della Basilica di San Francesco: un luogo simbolo della fraternità francescana che custodisce le spoglie mortali di San Francesco in Assisi, uomo di pace, fratello di ogni uomo e donna.

La celebrazione, presieduta da monsignor Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino e di Foligno, sarà trasmessa in diretta sul canale YouTube Basilica di San Francesco d’Assisi, Sacro Convento e sulla pagina Facebook Basilica Papale e Sacro Convento di San Francesco in Assisi.

“Ringraziamo Papa Francesco – commenta il Custode del Sacro Convento, fra Marco Moroni- perché ancora una volta ci testimonia la fiducia immensa che, come cristiani, abbiamo nella forza della preghiera fatta con fede a Dio Padre, l’Onnipotente buon Signore.

Dall’altro poi ci ricorda che, in un mondo in cui tutto e tutti sono connessi, siamo responsabili gli uni degli altri e tutti abbiamo il dono e la responsabilità di essere operatori di pace e riconciliazione. Mi torna in mente a questo proposito uno dei primi Messaggi per la giornata mondiale della Pace, quello del 1 gennaio 1974, in cui Paolo VI ci diceva La pace dipende anche da te“.

Alla giornata di preghiera, aderisce anche il comitato promotore della Marcia PerugiAssisi.

“Raccogliamo senza esitazioni l’appello di Papa Francesco -ha dichiarato il coordinatore Flavio Lotti- e ci uniamo alla comunità francescana del Sacro Convento. Facciamo nostra la preoccupazione del Papa per i pericoli di guerra che stanno crescendo attorno all’Ucraina. Possa la preghiera sostenere e guidare tutte le donne e gli uomini, credenti e non credenti, umili e potenti, che debbono allontanare lo spettro di questa immane tragedia”.

LASCIA UN COMMENTO