Insieme a servizio della Chiesa

CEU: si sono presentate le 18 commissioni pastorali regionali e le 9 sottocommissioni

Tempo di lettura: 280 secondi

A Castiglione del Lago la comunione che lega le otto Chiese che sono in Umbria ha assunto il volto degli otto vescovi e dei ventisette che sono intervenuti a presentare le 18 Commissioni pastorali regionali e le 9 sottocommissioni. Nel salone del Palazzo dei Duchi della Corgna, sede del Municipio, i coordinatori hanno parlato per pochi minuti, sufficienti appena a dare un’idea del “lavoro” svolto coinvolgendo decine di altre persone (i membri delle Commissioni), preti, laici, religiosi, uomini e donne, che con passione e spirito di servizio mettono tempo, risorse, cuore a servizio della Chiesa. “Non esiste una Chiesa umbra ma esistono le nostre otto Diocesi e la comunione che le lega, che sono la nostra vera ricchezza” ha detto mons. Vincenzo Paglia, presidente della Conferenza episcopale umbra, nel discorso con cui ha aperto l’incontro dei Vescovi umbri con i coordinatori delle Commissioni regionali. Mons. Paglia ha sottolineato il valore di questa comunione che non si riduce ad una semplice realtà organizzativa poichè “le Chiese sono in comunione tra loro nella misura in cui sono sante e la loro testimonianza sarà tanto più forte quanto più sapranno mostrare il volto di Cristo”. La collaborazione tra le diocesi umbre è iniziata molto tempo fa. “La Regione civile ha celebrato nel 2010 i quaranta anni della sua nascita, mentre la Regione Ecclesiastica Umbra ha più di un secolo di vita, e – ha sottolineato mons. Paglia – la prima testimonianza concreta di comunione tra le Chiese diocesane dell’Umbria è la fondazione del Pontificio Seminario regionale con sede in Assisi, risalente al 1912, che nel prossimo anno celebrerà il primo centenario. Ma la storia delle nostre Chiese diocesane è quasi bimillenaria e sono numerose e significative le pubblicazioni che ne evidenziano la ricchezza di cultura e spiritualità”. “Questa è un’occasione di conoscenza reciproca per dare un volto ed un’anima ai nomi che già conosciamo”, ha detto mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto – Norcia, segretario della Ceu, invitando i coordinatori a presentare il lavoro della propria commissione o sottocommissione. Al termine è stato presentato il sito web ufficiale rinnovato nella grafica e nei contenuti. Prima della conclusione con la preghiera del Vespro presieduta dall’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, mons. Gualtiero Bassetti, l’arcivescovo mons. Giovanni Marra, amministratore apostolico di Orvieto-Todi, presente per la prima volta alla riunione della Ceu tenutasi nella mattinata, ha espresso il suo apprezzamento per la giornata vissuta insieme. “Nessuna diocesi è un’isola a se stante; se vogliamo costruire una Chiesa efficace, una Chiesa che evangelizza, dobbiamo camminare insieme”. Gli arcivescovi e i vescovi erano arrivati a Castiglione del Lago, intorno alle ore 9.30, accolti dall’arcivescovo di Perugia mons. Gualtiero Bassetti e dal sindaco Sergio Batino che li ha invitati nel palazzo dei “Duchi della Corgna”, attuale sede del Municipio della suggestiva cittadina del Lago Trasimeno, mettendo a disposizione le sale per le riunioni. Lo splendido antico palazzo è stato innalzato a partire dal 1563, quando Ascanio della Corgna fu inviato come marchese da Papa Giulio III a Castiglione, caposaldo militare dello Stato Pontificio nei confini settentrionali. Il palazzo è ricco di affreschi di Niccolò Circignani, detto il Pomarancio, che raffigurano le gesta eroiche di Ascanio nella Battaglia di Lepanto. Alla stessa nobile famiglia sono appartenuti due importanti vescovi di Perugia della metà del ‘500: Ippolito ed il cardinale Fulvio della Corgna; quest’ultimo partecipò al Concilio di Trento ed indisse importanti Sinodi e Visite pastorali. È stato rinnovato e ampliato il sito internet della Chiesa in UmbriaAi responsabili delle Commissioni è stato presentato il portale web ufficiale della Conferenza episcopale umbra www.chiesainumbria.it, rinnovato nella grafica e nei contenuti. Il portale è suddiviso in quattro sezioni: nella parte sinistra ci sono tutte le informazioni istituzionali inerenti la Conferenza episcopale umbra e il collegamento ai siti internet delle singole diocesi; la parte centrale è quella dedicata prevalentemente all’informazione religiosa: ci sono notizie di primo piano, notizie di carattere regionale e notizie diocesane; la parte di destra riporta le ultime iniziative della Chiesa umbra e una serie di link a siti internet della Chiesa universale; la parte bassa è, infine, dedicata agli altri mezzi della comunicazione delle diocesi, alle gallerie fotografiche e alle basiliche cattedrali delle città umbre. Il sito è divenuto una vera e propria testata giornalistica, che racconta in tempo reale le attività delle otto diocesi della regione ed è visitato da 600 persone (singoli accessi) ogni giorno. I Vescovi, per uniformare l’aspetto informativo della loro missione episcopale, hanno affidato la direzione agli stessi giornalisti che curano l’Ufficio stampa della Ceu. La gestione tecnica del sito è affidata a Massimo Cecconi, responsabile del Servizio informatico della Ceu. CEU: definito l’Ufficio di presidenza e riassegnate le deleghe che erano di mons. ScanavinoNel corso della riunione della Conferenza episcopale umbra a Castiglione del Lago è stato ufficializzato l’Ufficio di Presidenza della Ceu, così composto: presidente, mons. Vincenzo Paglia, vescovo di Terni-Narni-Amelia; vicepresidente: mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino; segretario: mons. Renato Boccardo arcivescovo di Spoleto-Norcia; economo: mons. Giuliano Salciarini, della diocesi di Gubbio; segretario organizzativo: dott. Amilcare Conti, dell’archidiocesi di Perugia-Città della Pieve; direttore dell’Ufficio stampa: dott. Riccardo Liguori, dell’archidiocesi di Perugia-Città della Pieve; vice direttori: dott. Francesco Carlini dell’archidiocesi di Spoleto-Norcia, dott.ssa Elisabetta Lomoro della diocesi di Terni-Narni-Amelia. I presuli dell’Umbria hanno provveduto anche a ridistribuirsi, ad interim, le deleghe che facevano capo al vescovo emerito di Orvieto-Todi mons. Giovanni Scanavino. Delegato della Delegazione regionale della Caritas e della Commissione per la Pastorale della salute è mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia; delegato per i Migranti è mons. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve; delegato per la Commissione per la Vita consacrata è mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello.

AUTORE: Maria Rita Valli