Istituto Nazareno di Spoleto. Festa per i 100 anni della signora Flora in tempo di Covid-19

SPOLETO- Grande festa domenica 7 febbraio all’Istituto Nazareno di Spoleto per i cento anni della signora Flora Bruni. Giunta nella Residenza Protetta e Servita per anziani gestita dalle Suore della Sacra Famiglia otto anni fa insieme al marito Luigi (nel frattempo deceduto), la neo centenaria è una donna dall’animo nobile e gentile, ricca di valori culturali e cristiani.

“Sa apprezzare tutto -afferma suor Ottavina Bressani responsabile della struttura- e per lei tutto è bello. Flora è sempre grata e affettuosa verso noi suore e il personale ed è felice quando partecipa alle celebrazioni liturgiche”.

Per lei hanno organizzato una piccola festa, un vero momento di gioia per gli anziani che abitano all’Istituto Nazareno di Spoleto, per le religiose e il personale che ci lavora.

“É stata davvero una bella giornata -prosegue suor Ottavina– che ha rotto la malinconia causata dal Covid-19, questo invisibile virus che ci fa vivere ogni minuto con trepidazione e timore. A proposito della pandemia, desidero ringraziare i familiari e gli amici dei nostri cinquanta anziani per la collaborazione responsabile in questo tempo, sicuramente carica di sacrifici per non poter abbracciare i loro cari.

Ringraziando Dio -conclude la responsabile dell’Istituto Nazareno di Spoleto- il virus non è penetrato nella nostra Residenza; tutti gli anziani comunque sono stati vaccinati e anche gran parte del personale. Continuiamo, però, ad essere prudenti e i familiari possono vedere i loro cari in uno spazio diviso da un vetro o mediante le videochiamate”.

LASCIA UN COMMENTO