Per otto giovani studenti il premio “La squilla”

Tempo di lettura: 70 secondi

Per il quarto anno consecutivo il mensile d’informazione religiosa,
culturale e sociale della città di Spello, La Squilla, ha organizzato un
concorso letterario in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Galileo
Ferraris su una tematica etico morale di notevole respiro.

Quest’anno le docenti dell’Istituto spellano hanno proposto come oggetto del concorso
una bella frase del presidente del Cile ( dal 1970 al 1973) Salvador Allende: “Noi vivremo in eterno in quella parte di noi che abbiamo donato agli
altri”.

Ben 114 gli allievi che si sono cimentati in questa difficile
interpretazione del testo da elaborare. La commissione ha lavorato per
diverse sedute nell’esamina dei lavori dei partecipanti esprimendo un
giudizio finale abbastanza positivo sulla maturazione psicologica dei
ragazzi.

La Squilla ha premiato i vincitori ed i segnalati del concorso con una borsa di studio (200 euro per i quattro vincitori e 100 euro per i quattro secondo classificati) finalizzata all’acquisto di libri di testo per il prossimo anno scolastico.
La cerimonia si è tenuta nella splendida atmosfera del bellissimo teatro
Subasio di Spello alla presenza di autorità civili, scolastiche e religiose
della città spellana.

Nell’occasione il mensile spellano, dal direttore all’editore e ai componenti
la commissione giudicatrice, vuol ringraziare i docenti tutti, il dirigente
scolastico Maria Grazia Giampé e la prof.ssa Maria Luisa Marchionno (coordinatrice del rapporto tra scuola e giornale) per il sostanziale e fattivo
contributo dato all’iniziativa.

Mario Manini

LASCIA UN COMMENTO