Presentiamo la famiglia Sereni, che da questa settimana commenta la Parola di Dio domenicale

Tempo di lettura: 99 secondi

sereni-famiglia-cmykDa questa settimana, una nuova coppia commenterà per La Voce la Parola di Dio domenicale. Ringraziando ancora i coniugi Rossi che ci hanno accompagnato in queste settimane, e con loro tutti coloro che li hanno preceduti, presentiamo subito i nuovi arrivati. Lei, Rita Pileri, è impiegata presso un sindacato per agenti di commercio. Lui, Stefano Sereni, lavora presso la Fabbrica d’armi di Terni. Ma… non lo trova un po’ incompatibile con l’annuncio del Vangelo? “Guardi – risponde – sono 32 anni ormai che lavoro lì, e ciò che posso dire è che ho trovato una grande umanità. Ho anche imparato che i mezzi non sono buoni o cattivi in sé, dipende da come li si usa: una pistola può servire a un carabiniere, e per compiere un delitto può bastare un comune badile”.

“Siamo sposati dal 2005 – dice Rita – e abbiamo due figli: Tommaso di 22 anni e Marta di 15 (nati dal primo matrimonio di Stefano con Cinzia Perissinotto, che è scomparsa nel 2000). Da molti anni siamo nell’Azione cattolica, prima come educatori Acr e Giovani, poi animatori di gruppi di adulti”. Per alcuni anni sono stati responsabili della Pastorale familiare della diocesi di Terni, incarico che hanno lasciato quando Stefano è stato nominato, per due trienni, presidente diocesano dell’Ac, fino al 2011. “Dal novembre 2011 – prosegue Rita – siamo ‘coppia cooptata’ in Consiglio nazionale di Ac e dirigiamo l’area Famiglia e vita. Ci occupiamo anche dei percorsi di preparazione al matrimonio”.

Dal 2004 inoltre, in collaborazione con la Presidenza nazionale di Ac e il settore Giovani, organizzano a Terni, in occasione della festa di san Valentino, un weekend per fidanzati e per coppie che si occupano di cammini con e per i fidanzati. “L’appuntamento, che si chiama ‘Disegni di affettività’, è un’occasione per riflettere e per pregare intorno a temi che riguardano la vita affettiva e matrimoniale in un clima di amicizia, e con il tipico stile dei campi di Ac. Al weekend partecipano coppie di fidanzati e di sposi provenienti da tutte le diocesi italiane”.

AUTORE: Dario Rivarossa