Prima visita a Terni per il vescovo eletto mons. Francesco Soddu

Mons. Soddu: "Le cose da fare sono enormi, ma la scuola in Caritas italiana mi è maestra come metodologia"

Prima visita a Terni per il vescovo eletto di Terni, Narni e Amelia, mons. Francesco Soddu. Il 16 novembre il presule ha trascorso un’intera giornata in città per conoscere la sua nuova diocesi, incontrare il vescovo Giuseppe Piemontese, i collaboratori della Curia, alcuni sacerdoti, le associazioni laicali. La visita è cominciata dalla basilica di San Valentino, con la preghiera davanti all’urna del patrono della città.

“La trepidazione per questa chiamata di papa Francesco a servire la Chiesa come vescovo di questa diocesi è tanta” ha detto monsignor Soddu, secondo quanto riferisce la diocesi, incontrando poi il collegio dei consultori e dipendenti e collaboratori degli uffici di Curia. “Però – ha continuato – la fiducia che ripongo in Dio e in voi è immensa. Mi sento sereno, le cose da fare sono enormi, ma la scuola in Caritas italiana mi è maestra come metodologia. Questa esperienza mi ha aperto quella prospettiva di donazione al Signore nella chiesa che non avevo incarnato del tutto. Sono nelle mani di Dio con la trepidazione e fiducia che passa anche attraverso le vostre mani”.

Il vescovo si è successivamente recato dalle suore clarisse del monastero della Santissima Annunziata di Colleluna e alla mensa San Valentino della Caritas diocesana- associazione San Martino, per il pranzo. Nel pomeriggio l’incontro con le associazioni laicali e infine il saluto in cattedrale al parroco emerito don Carlo Romani e al parroco don Alessandro Rossini.

LASCIA UN COMMENTO