Pronti al via i cavalieri della Quintana

Alla Giostra della Quintana di Foligno - che è stata proposta dall’Italia all’Unesco come Patrimonio immaterale da tutelare - si lega anche una serie di iniziative di solidarietà

Tempo di lettura: 146 secondi

Il Palio 2012, realizzato da Ubaldo Bartolini

L’attesa corsa verso il “prezioso Palio e il sorriso di Madonna illustre”, che si svolgerà sabato 16 giugno al Campo de li Giochi, è ormai alle porte. In vista dei grandi festeggiamenti previsti per il 2013 in occasione dei quattrocento anni della Giostra della Quintana, tante novità hanno accompagnato questa edizione di giugno. A partire dall’iscrizione della manifestazione nella lista che l’Italia ha presentato alla commissione Unesco a Parigi per concorrere al titolo di Patrimonio immateriale dell’umanità. Non mancano iniziative volte alla solidarietà, come il progetto “La Quintana è solidarietà”, promosso in collaborazione con la Coop Centro Italia e curato dalla vice presidente della Quintana Maria Rita Lorenzetti. Il progetto riguarda in primo luogo le donne e la prevenzione del tumore al seno, per il quale è stata predisposta una raccolta di fondi finalizzata all’acquisto di un mammografo, che sarà donato al servizio di Senologia dell’ospedale di Foligno. A tale scopo è stata organizzata, venerdì 8 giugno allo stadio Enzo Blasone di Foligno, la Partita del cuore, che ha visto scontrarsi la squadra rappresentativa dell’ente Giostra e la nazionale di calcio Vip tv. Il secondo intervento è indirizzato all’associazione per le cure palliative “Persefone” di Foligno, mentre il terzo riguarda la sezione Avis di Foligno e consiste in una campagna di sensibilizzazione per la donazione di sangue. L’ente Giostra ha inoltre perfezionato il regolamento sulla tutela e salute del cavallo, per garantire più sicurezza in vista della Giostra. Novità anche per la notte della sfilata. Quest’anno il Corteo storico partirà alle ore 21.30 da piazza del Grano e percorrerà piazza Don Minzoni, via Gramsci, piazza San Domenico, via Mazzini, corso Cavour, via Piermarini, via Umberto I, largo Carducci, piazza Faloci, via Gentile da Foligno, corso Nuovo, piazza San Giacomo, via XX Settembre e infine piazza della Repubblica. Anche il tradizionale cerimoniale in piazza della Repubblica è stato rivisitato. Al termine del Corteo, i figuranti, i popolani e il pubblico metteranno in scena un suggestivo spettacolo, un mix di storia, passione ed emozione. Per quanto riguarda il palio, il premio che “arriderà al più bravo dei bravi dei cavalieri in campo”, l’artista scelto per questa 66° edizione è Ubaldo Bartolini, esponente della corrente denominata ipermanierismo dal prof. Italo Tomassoni. “Con Bartolini – afferma Tomassoni – la Quintana ha avuto in questi anni tutti i più grandi artisti figurativi contemporanei”. A partire da questa edizione, sarà possibile seguire la manifestazione nella trasmissione ufficiale dell’ente Giostra, Q Talk. Parliamo di Quintana, in onda sul canale 210 di Umbria Tv. Tanta emozione già durante le prove ufficiali. Il miglior tempo (55.53) è stato realizzato dal giovane Ardito del rione Badia, Pierluigi Chicchini, in sella a Nitro Horse, seguito, con un centesimo in più, da Daniele Scarponi, Fedele di Croce Bianca, in sella a Big More. Il dio Marte con il suo braccio teso, è pronto a sfidare l’ardire dei cavalieri di Giostra.

AUTORE: Francesca Felicetti