Il cordoglio dei vescovi dell’Umbria per la scomparsa di mons. Bromuri: “Un testimone appassionato del Vangelo e del dialogo”

Tempo di lettura: 55 secondi

I Vescovi umbri durante la celebrazione alla Sacra di San MicheleNell’apprendere la notizia della scomparsa di mons. Elio Bromuri, avvenuta il 17 agosto dopo una lunga malattia, i vescovi dell’Umbria hanno voluto far inviare il proprio messaggio di cordoglio. “I vescovi dell’Umbria – fanno sapere in una nota della Ceu, la Conferenza episcopale umbra – affidano a Gesù buon pastore l’anima di questo suo servo fedele, che ha esercitato per lunghi anni il ministero sacerdotale al servizio dell’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve e delle Chiese della regione”.

“Ricordano con animo grato – continuano i vescovi della regione – il suo impegno nell’insegnamento, nella pastorale universitaria, nel campo delle comunicazioni sociali e del dialogo ecumenico. I suoi interventi sul settimanale La Voce, di cui è stato direttore per tanti anni – sempre competenti ed equilibrati, apprezzati anche fuori dall’ambito strettamente ecclesiale – hanno costituito un prezioso e puntuale contributo alla riflessione per il bene comune ed hanno stimolato iniziative e impegni diversificati. Resta di lui la testimonianza di un uomo e di un sacerdote appassionato per l’annuncio del Vangelo e il dialogo con la società civile, che ha sempre voluto accompagnare con attenzione e simpatia”.