Si ritrovano ad Assisi gli “artigiani di Dio”

Arte sacra. Per la prima volta, l’esposizione nazionale anche in Umbria

Tempo di lettura: 113 secondi

Saranno circa settanta espositori, provenienti da tutta Italia. La regione più rappresentata sarà la Toscana, con artisti di fama nazionale e internazionale. “Assisi arte sacra” 2010 aprirà i battenti giovedì 7 ottobre ad Assisi, presso i saloni del palazzo del Monte Frumentario, nelle vicinanze della basilica di San Francesco. Quattro giorni di produzioni, alto artigianato made in Italy, servizi e arte per il mondo ecclesiastico. Un’occasione per dar voce e far esprimere un tessuto imprenditoriale – spesso artigianale – caratterizzato da realizzazioni di elevato pregio, frutto dell’incontro fra linguaggio artistico del passato e nuove forme stilistiche e tecnologiche. Un modo per far incontrare operatori di settore e destinatari di riferimento, così da favorire l’attivazione di nuovi canali commerciali.In Umbria è il primo evento di questo tipo: in Italia il più famoso è il Koiné di Vicenza, a cadenza biennale e ormai internazionale. L’esposizione assisiate contemplerà preziose statue lignee della Val Gardena, paramenti sacri e riproduzioni pregiate in filo realizzate da artigiani e monaci, arredo sacro e opere di scultori e mastri vetrai, organi fatti a mano dalle piccole botteghe siciliane e toscane, mosaici religiosi provenienti da tutta Italia. Una delle opere presenti sarà il famoso presepio ligneo degli scultori Filip Moroder Doss e Thomas Comploj, otto metri per quasi due metri e mezzo di altezza, apprezzato e recensito dalla critica di settore, che verrà esposto all’ingresso della mostra. Inoltre, il gruppo tessile dell’imprenditore umbro Arnaldo Caprai esporrà la tenda confezionata per custodire gli affreschi di Michelangelo all’interno della Cappella Paolina, commissionata dal Vaticano. Alcuni degli artisti presenti hanno già avuto contatti con Assisi, per aver attivato diverse collaborazioni in città. Oltre all’Istituto Serafico di Assisi che esporrà i quadri dei pazienti disabili (e per esso ci sarà anche un concerto di musica sacra di beneficenza presso la chiesa di San Gregorio Magno), sarà presente la Fondazione S. Michele di Cuneo che terrà un convegno sull’arte sacra e design tra passato e innovazione, insieme ad altri importanti relatori. L’evento “Assisi arte sacra” chiuderà i festeggiamenti in onore di san Francesco. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Assisi, dalla Provincia di Perugia, dalla diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino e dal ministero dei Beni culturali. In un piccolo spazio sarà presente anche La Voce.

AUTORE: Manuela Acito