VALFABBRICA. La scomparsa dello storico parroco del paese, don Bruno Baldoni

Tempo di lettura: 75 secondi

Un velo di tristezza e di malinconia ha avvolto la comunità di Valfabbrica raggiunta, sabato 10 novembre, dalla notizia del ritorno alla casa del Padre dello storico parroco don Bruno Baldoni.

Chi era don Bruno Baldoni

Nato a Tordandrea il 24 gennaio 1926 e ordinato presbitero il 29 giugno 1950, fu vice parroco a Bastia Umbra, poi parroco a Capodacqua e dal 1977 a Valfabbrica. Operoso e infaticabile uomo di fede, ha svolto un’intensa attività pastorale alla guida della comunità, senza mai sospendere il suo instancabile cammino di rinnovamento spirituale, culturale e sociale.

Fu uno tra i primi sacerdoti a sposare il progetto del vescovo Sorrentino delle Comunità Maria famiglie del Vangelo. Ha seminato e curato con amore la vigna che gli era stata affidata come fosse la sua famiglia. Ha benedetto tante nozze, conferito numerosi sacramenti, insegnato religione a scuola, accompagnato decine di ragazzi sulla neve di Canazei, dove tra le vette delle Dolomiti trasmetteva tutta la sua forza e determinazione.

Con grande dolore, due anni fa, ha dovuto cedere e ritirarsi nel calore dei suoi familiari per essere curato, ma non ha mai fatto mancare il suo pensiero e le sue preghiere alla comunità attraverso il suo successore don Antonio Borgo al quale, con amore fraterno e profonda stima, l’ha affidata. La grande partecipazione di fedeli e i tanti fratelli sacerdoti che hanno concelebrato con il Vescovo i funerali sono la testimonianza dell’immenso affetto per un grande parroco.

Ciao, don Bruno, proteggici da lassù e riposa in pace!

Lucia Nazzareni

LASCIA UN COMMENTO