Giornata Fai d’autunno

Tempo di lettura: 414 secondi

Domenica 15 ottobre torna la Giornata FAI d’Autunno, realizzata dai Gruppi FAI Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, attiva dal 1° al 31 ottobre. Per l’occasione 9 gruppi/delegazioni FAI, oltre 200 volontari e oltre 500 apprendisti ciceroni accompagneranno in questa Giornata d’Autunno gli italiani alla scoperta di luoghi inaccessibili o poco valorizzati, legati da una tematica comune – la musica, le tradizioni artigiane, il panorama urbano dall’alto… – e raccontati dallo spirito entusiasta dei giovani.

Tanti itinerari tematici legheranno, come un fil rouge da seguire liberamente, l’apertura di palazzi, chiese, botteghe artigiane, archivi, architetture industriali in trasformazione, ma anche interi quartieri e borghi.

Ecco il ricco programma di itinerari ed aperture che il FAI propone in Umbria:

DELEGAZIONE FAI DEL LAGO TRASIMENO

Apertura a cura della DELEGAZIONE DEL LAGO TRASIMENO

Una storia ritrovata: le cripte del Duomo di Città della Pieve

CITTA’ DELLA PIEVE (PG)

CRIPTE DEL DUOMO DI CITTÀ DELLA PIEVE

Luogo normalmente chiuso al pubblico.

DELEGAZIONE FAI DI PERUGIA

Aperture a cura di: FAI GIOVANI PERUGIA

Alla scoperta di Perugia

PERUGIA (PG)

CASTELLO DI RAMAZZANO

Luogo normalmente chiuso al pubblico. Sede di Cantine e visitabile solo in occasione di matrimoni

CIVITELLA D’ARNA

Luogo normalmente chiuso al pubblico. Le cisterne romane sono normalmente chiuse al pubblico perché di proprietà di privati, ed aperte solo in occasioni particolari.

TORRE STROZZI

Luogo normalmente chiuso al pubblico. Restaurata di recente, è stata centro d’arte contemporanea per un breve periodo prima di chiudere nuovamente. Non è al momento accessibile al pubblico.

DELEGAZIONE FAI DI TERNI

Aperture a cura di: DELEGAZIONE DI TERNI

Itinerario tra Castelli, Ville e Contee del Ducato di Ferentillo

Percorrere la Valnerina significa immergersi nel verde rigoglioso dei boschi che ricoprono la vallata in cui scorre il fiume Nera, in luoghi dove anche la presenza dell’uomo, fatta di piccoli borghi, castelli, rocche, si inserisce nel paesaggio in armonia con la natura. Luoghi come Monterivoso, San Mamiliano e Gabbio, testimoni preziosi di epoche lontane ricche di fascino e turbolente, di tempi in cui le popolazioni affidavano la loro protezione alle mura dei borghi e ai Santi delle chiese.

FERENTILLO (TR)

CASTELLO DI SAN MAMILIANO

BORGO DI GABBIO

BORGO DI MONTERIVOSO

GRUPPO FAI DI ASSISI

Aperture a cura di: GRUPPO FAI ASSISI

Itinerario devozionale tra chiese e chiesine di campagna

Percorso storico, artistico, devozionale attraverso luoghi francescani, chiese e chiesine di campagna che custodiscono inaspettati tesori nel territorio di Cannara. Chiese di San Biagio, San Giovanni, della Buona Morte e Tugurio nel centro storico; Chiese della Modonna di Loreto, di San Giovanni Decollato (apertura straordinaria) e Piandarca (Luogo del Cuore) nella campagna circostante.

CANNARA (PG)

CHIESA DELLA MADONNA DI LORETO

Luogo normalmente chiuso al pubblico.

CHIESA DI SAN GIOVANNI

CHIESA DELLA BUONA MORTE O DELLE SACRE STIMMATE

TUGURIO DI SAN FRANCESCO

Luogo normalmente chiuso al pubblico.

CHIESA DI SAN BIAGIO

Luogo normalmente chiuso al pubblico.

CHIESA DI SAN GIOVANNI DECOLLATO

Luogo normalmente chiuso al pubblico.

GRUPPO FAI DI CITTA’ DI CASTELLO

Aperture a cura di: GRUPPO FAI CITTÀ DI CASTELLO

Itinerari a Villa Montesca:Leopoldo e Alice Franchetti tra iniziative educative e interessi botanici

Nel 2017 ricorrono i cento anni dalla morte del barone Leopoldo Franchetti, Senatore del Regno e figura di straordinaria lungimiranza. L’itinerario vuole valorizzare l’interesse per l’ambiente e il rispetto della natura di Leopoldo e della sua consorte Alice Hallgarten, evidente sia nella volontà di realizzare il Parco di Villa Montesca che nell’attenzione posta all’interno delle scuole rurali di Montesca e Rovigliano allo studio delle specie botaniche del territorio altotiberino.

CITTÀ DI CASTELLO (PG)

VISITA A VILLA MONTESCA

A SPASSO NEL PARCO DELLA MONTESCA

Luogo con criticità. Un giardino con tale straordinaria valenza storica e vegetazionale, pregiato anche per la presenza di specie particolari, dovrebbe essere vanto e orgoglio di una città e di una regione, perché esempio di un complesso straordinario nel suo insieme villa e parco, casa del custode e paesaggio circostante. Certamente questo luogo necessita di un progetto di gestione organica che tenga conto del valore botanico, paesaggistico e storico così da permettere una fruizione idonea, perché un bene prezioso e unico come il Parco della Montesca venga rispettato per la Città e la sua popolazione.

IL SOGNO “VERDE” DI LEOPOLDO E ALICE FRANCHETTI

Luogo normalmente chiuso al pubblico.

GRUPPO FAI DI FOLIGNO

Aperture a cura di: GRUPPO FAI FOLIGNO

Castelli medioevali e antiche chiese lungo il tracciato della Via Flaminia

L’itinerario tematico propone luoghi lontani dal centro storico della città, che hanno una rilevante importanza storica e artistica, solitamente chiusi o poco conosciuti. Lungo il vecchio e nuovo tracciato della strada consolare Flaminia, antiche chiese e castelli medioevali ci portano indietro nel tempo e ci fanno riscoprire la storia e la cultura popolare della nostra terra.

FOLIGNO (PG)

CHIESA DI SANTA MARIA DI COSTANTINOPOLI O DELLA VITTORIA

Luogo normalmente chiuso al pubblico. Si apre una volta l’anno in occasione delle festività pasquali

SPELLO (PG)

CHIESA DI SAN CLAUDIO

Due “chicche” in centro

FOLIGNO (PG)

MUSEO RIONALE DEL “NOBILE RIONE GIOTTI”

Luogo normalmente chiuso al pubblico. Si apre solo in occasione della Giostra della Quintana di Foligno

TERRAZZA LIBERTY

Ingresso esclusivo per gli Iscritti FAI

GRUPPO FAI DI GUBBIO

Aperture a cura di: GRUPPO FAI DI GUBBIO

Le firme degli uomini illustri

LE FIRME DEGLI UOMINI ILLUSTRI

Presso la Sezione di Archivio di Stato saranno esposti il Diploma imperiale di Federico Barbarossa, inviato alla città nel 1163; una lettera di auguri di Napoleone Bonaparte al vescovo cittadino in occasione della sua nomina; un decreto di Vittorio Emanuele II per la risistemazione di una piazza cittadina; una cartolina di Giosuè Carducci; uno spartito musicale con firma autografa di Francesco Morlacchi.

GRUPPO FAI GUBBIO

Le firme degli uomini illustri

GUBBIO (PG)

ARCHIVIO DIOCESANO

ARCHIVIO DI SAN SECONDO

ARCHIVIO STORICO DEL COMUNE DI GUBBIO

GRUPPO FAI DI ORVIETO

Aperture a cura di: GRUPPO FAI GIOVANI ORVIETO

Sulle orme dei Templari ad Orvieto

L’itinerario si propone di far conoscere i principali luoghi legati ai Templari ad Orvieto. La loro presenza nella città e nei suoi dintorni si è protratta per circa due secoli, lasciando opere che ancora oggi testimoniano il loro passaggio, seppur in alcuni casi in precario stato di conservazione. Il percorso si svolgerà nella frazione orvietana di Bardano che ospita una selezione di luoghi significativi e rilevanti dal punto di vista storico-artistico.

ORVIETO (TR)

DONJON

Luogo normalmente chiuso al pubblico.

Luogo con criticità.

CHIESA DI SANTA MARIA DELLE GRAZIE

Luogo normalmente chiuso al pubblico.

CHIESA DI SANTA MARIA DEL PIANO O SAN MARCO

Luogo normalmente chiuso al pubblico.

Luogo con criticità.

CANTINE NERI

Luogo normalmente chiuso al pubblico.

CHIESA DEI SANTI PIETRO E PAOLO

GRUPPO FAI DI TODI

Aperture a cura di: GRUPPO FAI TODI

Massa Martana. Il Borgo – Castello

MASSA MARTANA (PG)

CHIESA DI SAN SEBASTIANO O DELLA BUONA MORTE

CHIESA DI SAN FELICE

Aperture a cura di: BENI DEL FAI

Beni del FAI

ASSISI (PG)

BOSCO DI SAN FRANCESCO

All’accesso di ogni bene sarà richiesto un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta durante l’evento – a questi ultimi sarà dedicata eccezionalmente la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – saranno riservate aperture straordinarie, accessi prioritari, attività ed eventi speciali in molte città. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it durante tutto il mese di ottobre.

L’edizione 2017 di Giornata FAI d’Autunno è possibile grazie al contributo di CityLife, per il secondo anno sponsor dell’iniziativa per la regione Lombardia, di Gruppo Hera, una delle principali multiutility italiane che eroga servizi ambientali, idrici ed energetici in oltre 350 Comuni del centro-nord Italia che sarà al fianco della Fondazione in qualità di sponsor per la città di Bologna e di DHL Express Italy, che come logistic partner, garantirà la movimentazione di tutti i materiali durante l’evento.

Con il Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e di Responsabilità Sociale Rai. Con la media partnership di Rainews 24 e Rai TGR.

Per informazioni: www.giornatefai.it; www.fondoambiente.it e la Pagine Facebook dei gruppi e delle Delegazioni.

Le iniziative si svolgeranno anche in caso di condizioni meteo avverse salvo ove espressamente indicato.

LASCIA UN COMMENTO