Notai al servizio della gente

ASSISI. Nasce l’Associazione notai cattolici. Presto ad Assisi anche il primo Convegno

Tempo di lettura: 141 secondi

Un momento dell’incontro presso l’Istituto Serafico di Assisi dove si è costituita per atto pubblico notarile l’Ainc, Associazione italiana notai cattolici
Un momento dell’incontro presso l’Istituto Serafico di Assisi dove si è costituita per atto pubblico notarile l’Ainc, Associazione italiana notai cattolici

Il 5 aprile presso l’Istituto Serafico di Assisi si è costituita per atto pubblico notarile l’Ainc, Associazione italiana notai cattolici. Si è trattato di un duplice evento: è la prima associazione che vede il notariato di uno dei Paesi latini perseguire finalità e obiettivi ispirati ai valori cristiani. Inoltre, questa è l’associazione costituita per atto pubblico in Italia con il più alto numero nella storia di partecipanti all’atto notarile. Oltre 300 notai provenienti da ogni parte d’Italia hanno partecipato di persona o per procura. L’iniziativa è nata dal bisogno di creare nuove sinergie tra il mondo cattolico e il mondo del notariato. Le numerose adesioni testimoniano l’enorme entusiasmo animato da notai di fede cattolica, pronti a “uscire” dai loro uffici per andare incontro alla gente. “Si respira che questa iniziativa nasce con una chiara ispirazione – ha dichiarato mons. Domenico Sorrentino – in cui persone come voi non hanno nessuna remora e nessun imbarazzo a presentarsi con il grande dono della fede”. Obiettivo principale dell’Ainc è dare vita ad un’organizzazione stabile e costante che possa giorno per giorno essere attivo nel tessuto delle relazioni tra il mondo notarile e il mondo cattolico. “La disponibilità del mondo notarile – ha dichiarato il notaio Roberto Cogliandro, promotore dell’iniziativa – a scendere tra la gente è il momento in cui il notaio si sveste da una sorte di forma arcaica che lo tiene dietro la scrivania, e tramite le Conferenze episcopali regionali offre un segnale tangibile di vicinanza e disponibilità. A tal fine gli associati saranno impegnati in attività di consulenza notarile non solo alle istituzioni ecclesiastiche, ma alle persone e alle famiglie proprio nelle loro parrocchie. L’associazione curerà la promozione di iniziative sociali d’ispirazione cristiana, senza trascurare la promozione del coordinamento tra le organizzazioni laicali cattoliche proprio perché, in un periodo storico di crisi sociale ed economica, è necessario creare nuove sinergie e rendere testimonianza attraverso gesti tangibili”. Tra le iniziative in programma, il I° Convegno nazionale di notai cattolici si terrà ad Assisi il 9-10 maggio, sul tema “Valori cristiani, etica e notariato a sostegno della famiglia”, al quale prenderanno parte, tra gli altri, il presidente del Consiglio nazionale del notariato M. D’Errico, il prof. A. Marini, presidente emerito della Corte costituzionale e componente del Consiglio supuperiore della magistratura, R. Bonanni segretatio Cisl, il prof. A. Riccardi, il prof. A. Giannola, l’economista C. Passera, il card. G. Bassetti, mons. D. Sorrentino, M. Milone, direttore di Rai Vaticano. Dalla costituzione dell’Ainc un gesto tangibile a favore dell’ambiente:  è stato un evento a impatto zero, in coerenza con i valori che ne hanno portato alla costituzione, tra i quali la custodia del creato.

AUTORE: Marta Ginettelli

LASCIA UN COMMENTO